AAA voci maschili cercasi

Se la musica contemporanea è nelle tue corde, vieni a interpretarla con la tua voce, insieme ai musicisti di Divertimento Ensemble! hai tempo fino al 12 dicembre

Nel 2017 Divertimento Ensemble compie 40 anni e per l’occasione invita tutti coloro che vogliano partecipare a questo compleanno a entrare a far parte delle Nuove Voci Di Divertimento Ensemble.

Nel 40° anno della sua fondazione Divertimento Ensemble indice un bando per formare un coro non professionale di 50 elementi (25 voci maschili e 25 femminili), per l’esecuzione di una nuova composizione per coro misto ed ensemble appositamente commissionata ad Alessandro Solbiati.

Quasi raggiunto il numero pieno delle voci femminili, mancano all’appello soprattutto le voci maschili.

Come funziona?
La partecipazione al coro Le Nuove Voci Di Divertimento Ensemble è aperta a chiunque desideri avvicinarsi in modo attivo alla musica d’arte contemporanea e fare l’esperienza di interpretarla insieme a musicisti professionisti. Non è richiesta alcuna preparazione musicale, soltanto la voglia di mettersi in gioco e di usare la voce, non solo per un cantare intonato ma per scoprire in quanti altri modi la voce può emettere suoni ed esprimere emozioni.
Al raggiungimento del numero stabilito, coloro che avranno comunicato la loro adesione al coro Le Nuove Voci di Divertimento Ensemble riceveranno email di accettazione della domanda di partecipazione, che andrà perfezionata e tramutata in iscrizione, versando una quota associativa di 30 € e sottoscrivendo l’impegno a frequentare regolarmente le prove.

Quando? Dal 12 dicembre 2016 ogni lunedì sera (secondo un calendario che verrà tempestivamente comunicato a tutti gli iscritti) dalle 20.30 alle 22.00.

Dove? Le prove si terranno al Conservatorio di Musica G. Verdi di Milano, via Conservatorio 12 – Milano

Il concerto: 6 giugno 2017 al Piccolo Teatro Studio Melato
Direttore del coro: Marco Seco
La musica: Whither would you go? Opera per coro ed ensemble commissionata ad Alessandro Solbiati e composta su un testo di William Shakespeare, tratto dal Sir Thomas More sul tema delle MIGRAZIONI.

Nel dettaglio. Per festeggiare i suoi 40 anni di attività, Divertimento Ensemble ha deciso di dare alla sua XIV stagione concertistica Rondò 2017 un tema di impegno sociale, perché la musica contemporanea non resti estranea alla realtà che la circonda. Il tema scelto è la MIGRAZIONE e su questo tema sono state commissionate altre opere a Roberto Andreoni, Stefano Bulfon e Daniela Terranova. L’opera commissionata ad Alessandro Solbiati si intitolerà Whither would you go? (Dove andreste?) e si avvarrà di testi tratti da un manoscritto antico ma attualissimo: Sir Thomas More, dramma elisabettiano scritto a più mani, una delle quali è ormai assodato essere quella di William Shakespeare. Il dramma è ambientato nel 1517, quando a Londra scoppiò una violenta rivolta contro i commercianti stranieri arrivati dalla Lombardia e accusati di sottrarre lavoro e soldi agli autoctoni. Il tema era molto caldo per i contemporanei di Shakespeare, visto che fu scritto mentre l’Inghilterra elisabettiana era percorsa da sentimenti xenofobi per gli sbarchi di tanti protestanti ugonotti in fuga dalla Francia a seguito delle intollerabili persecuzioni e dei massacri perpetrati dai cattolici. Nelle pagine da lui scritte, Shakespeare, attraverso la voce di Tommaso Moro, tenta di suscitare nel pubblico empatia verso i rifugiati: «Immaginatevi di veder arrancare verso i porti e le coste per imbarcarsi gli sventurati stranieri, coi bambini in collo e il loro misero bagaglio»; pone delle domande: «Supponiamo ora che il Re … si limitasse a punirvi soltanto con l’esilio. Dove andreste allora?», «Vi farebbe piacere trovare una nazione dall’indole così barbara che, in un’esplosione di odiosa violenza, non volesse concedervi dimora sulla terra, affilasse i suoi detestabili coltelli sulle vostre gole, vi scacciasse come cani, quasi che Dio non vi riconoscesse suoi figli e non v’avesse creati, o che gli elementi non fossero tutti disponibili pel vostro benessere, ma loro esclusivo privilegio? Che cosa pensereste se foste trattati così? Tale è la situazione degli stranieri, e questa è la vostra disumanità da turchi» (traduzione dal manoscritto Harley 7368 nella British Library di Vittorio Gabrieli e Giorgio Melchiori). Un testo di 400 anni fa che sembra descrivere i nostri giorni. Il testo utilizzato da Solbiati sarà nella versione inglese di Shakespeare.

Per maggiori informazioni:
http://www.divertimentoensemble.it/le-nuove-voci-di-divertimento-ensemble/

Al seguente link Sandro Gorli e Alessandro Solbiati presentano Le Nuove Voci di Divertimento Ensemble e il lavoro di Solbiati stesso:
http://www.divertimentoensemble.it/sandro-gorli-e-alessandro-solbiati-presentano-le-nuove-voci