AA.VV.

Homages

Benjamin Grosvenor

Decca 1 cd (Universal) 2015

Voto Artistico:


Voto Tecnico:

Non è certo un artista che abbia bisogno di ulteriori consacrazioni il 24enne britannico Benjamin Grosvenor, che si è già fatto notare da qualche anno nel panorama discografico grazie a una maturità interpretativa che va oltre le aspettative in relazione alla sua giovane età e che si accompagna a un’eccellente tecnica e a un suono puro e cristallino. Eppure in quest’album riesce ancora a superare se stesso con pregevoli interpretazioni che si rifanno al concetto di “omaggio” divise in due parti. Nella prima metà del cd un esempio forte come quello di Johann Sebastian Bach viene rielaborato, nel caso della Ciaccona di Busoni, e reinterpretato, con i Preludi e Fughe di Mendelssohn e il Preludio, corale e fuga di Franck con differenti personalità musicali ed esiti artistici, mentre la seconda, dedicata alle tradizioni popolari italiane, viene affrontata tramite la Barcarola op. 60 di Chopin seguita da Venezia e Napoli, estratto dal secondo volume degli Années de pèlerinage di Franz Liszt. Il merito di Benjamin Grosvenor sta nel rispettare il dettato degli autori senza strafare ma di dare continuità ad autori che operano in periodi e con stili così distanti tra loro rendendo coerente e artistico un disco che altrimenti risulterebbe una semplice miscellanea di brani accostati tra loro. Una menzione particolare va ai due Preludi e fughe di Mendelssohn, brani molto poco frequentati, e allo splendido brano di César Franck, musicista che meriterebbe ben altra attenzione.


Claudia Abbiati