Maurice Ravel

Complete Orchestral Works

Yuja Wang, Ray Chen, Tonhalle-Orchester Zürich, Lionel Bringuier

Dg 4 cd (Universal) 2014, 2015

Voto Artistico:


Voto Tecnico:

Nato nel 1986, Lionel Bringuier è uno dei giovani direttori emergenti di cui si parla (a trent’anni un direttore può ancora essere considerato giovane). Musicista eclettico, Bringuier è anche pianista e violoncellista e ha avuto tra i suoi mentori Esa-Pekka Saalonen; dal 2014 ha preso il posto di David Zinman alla direzione musicale della Tonhalle-Orchester di Zurigo. Ed è proprio con questa orchestra che Bringuier ha registrato l’integrale delle opere orchestrali di Ravel. Due cooetanei di gran classe, la pianista Yuja Wang (1987) e il violinista Ray Chen (1989), lo affiancano con bravura nei lavori solistici, il Concerto in sol, il Concerto per la mano sinistra e la Tzigane. Questo per sottolineare la freschezza davvero giovanile del taglio interpretativo che Bringuier imprime alle partiture e il senso di autentico entusiasmo ma al contempo di acume analitico che anima la realizzazione sonora delle magie timbriche dell’orchestrazione di Ravel. Se in effetti sembra soprattutto il gusto per la seduzione sonora – e per l’effetto – a orientare l’approccio, Bringuier mostra d’altro canto un’innegabile capacità di lavorare sul segno delle singole partiture, benché in alcuni casi (per esempio La valse, le Valses nobles et sentimentales e lo stesso Bolero) appaia quasi preoccupato di far emergere i tratti più inquietanti e sinistri della scrittura di Ravel per rifugiarsi nella spettacolarità traslucida e brillante oppure in una malinconia un po’ di maniera. Eccellente l’intesa con i solisti. 


Cesare Fertonani