La video ricetta

Un baritono ai fornelli: il Tafelspitz

A Vienna, in cucina con Ambrogio Maestri, grande voce e gran cuoco





Qui il leggendario “Tafelspitz” lo mangiano in ogni stagione e con ogni temperatura! Indovinate dove mi trovo? Ovviamente a Vienna, nella patria della musica classica (e del bollito di carne!), per cantare nel ruolo di Amonasro nell'Aida di Giuseppe Verdi, con la direzione di Marco Armiliato e la regia di Nicolas Joel. In ottobre sono stato sul palcoscenico della storica Wiener Staatsoper o in giro per la splendida capitale austriaca.

Uno dei più grandi amanti del “Tafelspitz”, o bollito viennese, era proprio l'imperatore Francesco Giuseppe I, che pare lo mangiasse quasi ogni giorno. Molti raccontano che i commensali e gli ospiti che sedevano alla sua tavola avessero davvero poco tempo per consumare il pasto, dato che non potevano essere serviti prima dell'Imperatore e neanche continuare a mangiare dopo che lui aveva finito. Per questo motivo il cuoco inventò un piatto che fosse veloce da servire e da gustare.

Provatelo anche voi. E… buon appetito!

Ambrogio Maestri