In Edicola:



Scarica il brano bonus

Amadeus su ezpress


I Nostri Partner:














Cerca un avvenimento:
Data: , Testo:
Stringa   Parola Intera   Parte di parola

Almanacco di Gherardo Casaglia

Occorrenze trovate: 69

<Precedente Pagina 1 di 3 Successiva>

> 18 Gennaio 1843, Mercoledì
prima rappresentazione nel Teatro alla Fenice di Venezia di "La festa della rosa", ballo semiserio in 3 atti di Livio Morosini, soggetto e coreografia del compositore, dirige Giovanni Felis (1° violino) {ballerine Fanny Mazzarelli (Marianna), Adele Polin (Giulia) e Amalia Scribany (passo a due), ballerini Francesco Magri (feudatario), Giovanni Battista Lasina (podestà) e Pasquale Borri (Giannotto)} e replica di "I Lombardi alla prima Crociata", dramma lirico (2° versione) in 1 preludio, 4 atti (1.La vendetta, 2.L'uomo della caverna, 3.La conversione, 4.Il Santo Sepolcro) e 31 scene di Giuseppe Verdi, libretto di Temistocle Solera (da Tommaso Grossi), dirige Gaetano Mares (1° violino), sostituto Gaetano Fiorio, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, violino di spalla Pietro Avogadro, scenografia di Pietro Venier {soprano Sophie Johanna Loewe (Giselda), mezzosoprano Laura Saini (Viclinda/Sofia), tenori Giovanni Lanner (Arvino) e Domenico Conti (Oronte), baritono Andrea Bellini (Acciano), bassi Antonio Superchi (Pagano/eremita), Settimio Rosi (Pirro) e Giovanni Rizzi (priore)}
> 26 Dicembre 1843, Martedì
primr rappresentazioni nel Teatro alla Fenice di Venezia di "I Lombardi alla prima Crociata", dramma lirico (2° versione) in 1 preludio, 4 atti (1.La vendetta, 2.L'uomo della caverna, 3.La conversione, 4.Il Santo Sepolcro) e 31 scene di Giuseppe Verdi, libretto di Temistocle Solera (da Tommaso Grossi), dirige Gaetano Mares (1° violino), sostituto Gaetano Fiorio, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, violino di spalla Pietro Avogadro, scenografia di Pietro Venier {soprano Sophie Johanna Loewe (Giselda), mezzosoprano Laura Saini (Viclinda/Sofia), tenori Giovanni Lanner (Arvino) e Domenico Conti (Oronte), baritono Andrea Bellini (Acciano), bassi Antonio Superchi (Pagano/eremita), Settimio Rosi (Pirro) e Giovanni Rizzi (priore)} e di "Raoul di Nangis", ballo grande in 6 atti di Livio Morosini, soggetto e coreografia del compositore, dirige Giovanni Felis (1° violino) {ballerine Fanny Mazzarelli (Margherita Valois), Amalia Fasciotti (Valentina), Adelaide Muneghini (paggio), Adele Polin e Amalia Scribany (passo a due), ballerini Pietro Zannini (Enrico IV), Giovanni Morini (San Bris), Francesco Magri (Nevers), Giovanni Battista Lasina (Raoul) e Pasquale Borri (passo a due)}
> 9 Gennaio 1844, Martedì
prima rappresentazione nel Teatro alla Fenice di Venezia di "La fidanzata corsa", melodramma tragico in 3 atti (1.La disfida, 2.La fuga, 3.La vendetta) e 17 scene di Giovanni Pacini, libretto di Salvatore Cammarano (da Prosper Mérimée: "Colomba"), dirige Gaetano Mares (1° violino), sostituto Gaetano Fiorio, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, violino di spalla Pietro Avogadro, scenografia di Pietro Venier {soprani Isabella Ober Majer Rossi (Rosa) e Erminia Burali (Giacinta), contralto "en travesti" Carolina Vietti (Alberto Doria), tenori Geremia Bettini (Ettore) e Francesco Cucchiari (Alessio), baritono Armando Latour (Pietro Zampardi), bassi Francesco Cannetta (Guido Tobianchi) e Andrea Bellini (Leone)} e replica di "Raoul di Nangis", ballo grande in 6 atti di Livio Morosini, soggetto e coreografia del compositore, dirige Giovanni Felis (1° violino) {ballerine Fanny Mazzarelli (Margherita Valois), Amalia Fasciotti (Valentina), Adelaide Muneghini (paggio), Adele Polin e Amalia Scribany (passo a due), ballerini Pietro Zannini (Enrico IV), Giovanni Morini (San Bris), Francesco Magri (Nevers), Giovanni Battista Lasina (Raoul) e Pasquale Borri (passo a due)}
> 20 Gennaio 1844, Sabato
ripresa nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Lucrezia Borgia", melodramma serio (3° versione) in 1 prologo, 2 atti e 18 scene di Gaetano Donizetti, libretto di Felice Romani (da Victor Hugo: Lucrèce Borgia"), dirige Gaetano Mares (1° violino), sostituto Gaetano Fiorio, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, violino di spalla Pietro Avogadro, scenografia di Pietro Venier {soprani Sophie Johanna Loewe (Lucrezia) e Paolina Giordano (principessa Negroni), contralto "en travesti" Carolina Vietti (Maffio Orsini), tenori Gaetano Baldanza (Gennaro), Giuseppe Tona (Oloferno Vitellozzo), Giovanni Lanner (Rustighello), bassi Vincenzo Meini (Don Alfonso d'Este), Francesco Cannetta (Don Apostolo Gazella), Giovanni Rizzi (Jeppo Liverotto), Andrea Bellini (Ascanio Petrucci/Astolfo) e Settimio Rosi (Gubetta Belverana)} e replica di "La festa della rosa", ballo semiserio in 3 atti di Livio Morosini, soggetto e coreografia del compositore, dirige Giovanni Felis (1° violino) {ballerine Fanny Mazzarelli (Marianna), Adele Polin (Giulia) e Amalia Scribany (passo a due), ballerini Francesco Magri (feudatario), Giovanni Battista Lasina (podestà) e Pasquale Borri (Giannotto)}
> 14 Febbraio 1844, Mercoledì
première nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Giuditta", tragedia lirica in 2 atti e 20 scene di Samuele Levi, libretto di Giovanni Peruzzini, dirige Gaetano Mares (1° violino), sostituto Gaetano Fiorio, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, violino di spalla Pietro Avogadro, scenografia di Pietro Venier {soprano Sophie Johanna Loewe (Giuditta), mezzosoprano Laura Saini (Zelfa), contralto Carolina Vietti (Fedima), tenore Gaetano Baldanza (Oloferne), bassi Antonio Superchi (Arbano), Francesco Cannetta (Ozia) e Andrea Bellini (Mindo)} e replica di "Raoul di Nangis", ballo grande in 6 atti di Livio Morosini, soggetto e coreografia del compositore, dirige Giovanni Felis (1° violino) {ballerine Fanny Mazzarelli (Margherita Valois), Amalia Fasciotti (Valentina), Adelaide Muneghini (paggio), Adele Polin e Amalia Scribany (passo a due), ballerini Pietro Zannini (Enrico IV), Giovanni Morini (San Bris), Francesco Magri (Nevers), Giovanni Battista Lasina (Raoul) e Pasquale Borri (passo a due)}
> 9 Marzo 1844, Sabato
première nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Ernani", dramma lirico (1° versione) in 4 parti (1.Il bandito, 2.L'ospite, 3.La clemenza, 4.La maschera), 21 numeri e 37 scene di Giuseppe Verdi, libretto di Francesco Maria Piave (da Victor Hugo: "Hernani ou L'honneur castillan"), dirige Gaetano Mares (1° violino), sostituto Gaetano Fiorio, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, violino di spalla Pietro Avogadro, scenografia di Francesco Bagnara e Pietro Venier {soprano lirico Sophie Johanna Loewe (Elvira), mezzosoprano Laura Saini (Giovanna), tenori lirico Carlo Guasco (Ernani) e Giovanni Lanner (Riccardo), baritono Antonio Superchi (Don Carlo), bassi Antonio Selva (Gomez de Silva) e Andrea Bellini (Jago)} e replica di "Nadir scià di Persia o La celeste fanciulla", gran ballo fantastico in 5 quadri di Livio Morosini, soggetto e coreografia del compositore, dirige Giovanni Felis (1° violino) {ballerine Adele Polin (Ginn), Amalia Fasciotti (Meroe), Fanny Mazzarelli (Zorobabele), Giuditta Venturi (Fatima) e Amalia Scribany (passo a due), ballerini Giovanni Morini (Nadir), Giovanni Battista Lasina (Attar), Francesco Magri (Yder), Pietro Zannini (Gran brabano) e Pasquale Borri (passo a due)}
> 27 Aprile 1844, Sabato
ripresa nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Lucrezia Borgia", melodramma serio (3° versione) in 1 prologo e 2 atti di Gaetano Donizetti, libretto di Felice Romani (da Victor Hugo: Lucrèce Borgia"), dirige Gaetano Mares (1° violino), maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, violino di spalla Luigi Balestra, scenografia di Pietro Venier {soprano Erminia Frezzolini-Poggi (Lucrezia), mezzosoprano Alessandrina Damier (principessa Negroni), contralto "en travesti" Angela Balzar (Maffio Orsini), tenori Antonio Poggi (Gennaro), Giuseppe Tona (Oloferno Vitellozzo), Giovanni Lanner (Rustighello) e Francesco Cucchiari (Jeppo Liverotto), bassi Pietro Balzar (Don Alfonso d'Este), Giovanni Rizzi (Don Apostolo Gazella), Andrea Bellini (Ascanio Petrucci/Astolfo) e Settimio Rosi (Gubetta Belverana)}
> 15 Febbraio 1845, Sabato
ripresa nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Lucrezia Borgia", melodramma serio (3° versione) in 1 prologo, 2 atti e 18 scene di Gaetano Donizetti, libretto di Felice Romani (da Victor Hugo: Lucrèce Borgia"), dirige Gaetano Mares (1° violino), maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, violino di spalla Luigi Balestra, regia di Pietro Romani, scenografia di Pietro Venier {soprani Marianna Barbieri-Nini (Lucrezia) e Angiolina Cignozzi (principessa Negroni), contralto "en travesti" Maria Costa (Maffio Orsini), tenori Andrea Castellan (Gennaro), Antonio Bertini (Oloferno Vitellozzo), Francesco Rossi (Rustighello) e Ettore Profili (Jeppo Liverotto), bassi Sebastiano Ronconi (Don Alfonso d'Este), Demetrio Mozzetti (Don Apostolo Gazella), Andrea Bellini (Ascanio Petrucci/Astolfo) e Ignazio Patriossi (Gubetta Belverana)} e replica di "Il conte Pini", gran ballo serio spettacoloso in 5 atti di Paolo Samengo, soggetto e coreografia del compositore, regia di Antonio Coppini, dirige Calisto Mali (1° violino) {ballerine Maria Fissi (duchessa Fanelli), Natalia Fitz-James (Giulietta), Fanny Mazzarelli (principessa Caprani) e Rachele Pancrazio Jorio (Amelia), ballerini Antonio Coppini (duca Brasile), Domenico Mattis (conte Pini), Giacinto Piazza (Almerigo) e Raffaele Rossi (Gilberto)}
> 19 Febbraio 1845, Mercoledì
prima rappresentazione nel Teatro alla Fenice di Venezia di "L'allieva d'amore", balletto-divertissement in 3 quadri di Fanny Cerrito, soggetto e coreografia della compositrice, dirige Giovanni Felis (1° violino) {ballerine Fanny Cerrito (Climene), Rachele Pancrazio Jorio (1°Grazia), Carolina Coppini (2°Grazia) e Giuseppina Mengozzi (3°Grazia), ballerini Cesare Coppini (Amore), Arthur Saint-Léon (Alceo), Domenico Segarelli (Ernesto) e Carlo Dall'Anese (Silvano)} e replica di "Lucrezia Borgia", melodramma serio (3° versione) in 1 prologo, 2 atti e 18 scene di Gaetano Donizetti, libretto di Felice Romani (da Victor Hugo: Lucrèce Borgia"), dirige Gaetano Mares (1° violino), maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, violino di spalla Luigi Balestra, regia di Pietro Romani, scenografia di Pietro Venier {soprani Marianna Barbieri-Nini (Lucrezia) e Angiolina Cignozzi (principessa Negroni), contralto "en travesti" Maria Costa (Maffio Orsini), tenori Andrea Castellan (Gennaro), Antonio Bertini (Oloferno Vitellozzo), Francesco Rossi (Rustighello) e Ettore Profili (Jeppo Liverotto), bassi Luigi Della Santa (Don Alfonso d'Este), Demetrio Mozzetti (Don Apostolo Gazella), Andrea Bellini (Ascanio Petrucci/Astolfo) e Ignazio Patriossi (Gubetta Belverana)}
> 20 Marzo 1847, Sabato
prime rappresentazioni nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Maria di Rohan" ("Il conte di Chalais"), opera seria (melodramma tragico, 2° versione) in 3 atti (parti) e 25 scene di Gaetano Donizetti, libretto di Salvatore Cammarano (da Joseph Philippe Simon "Lockroy" & Edmond Badon: "Un duel sous le cardinal Richelieu" e da Victor Hugo: "Marion de Lorme"), dirige Gaetano Mares (1° violino), sostituto Gaetano Fiorio, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, violino di spalla Luigi Balestra, scenografia di Giuseppe Bertoja {soprani Marietta Arrigotti (Maria) e "en travesti" Giuseppina Cella (Armando), tenori Luigi Ferretti (Riccardo di Chalais), Angelo Zuliani (visconte Suze) e Carlo Crosa (Aubry), baritono Andrea Bellini (famigliare), bassi Cesare Badiali (Enrico di Chevreuse) e Francesco De Kunert (De Fiesque)} e di "Le donne reclute", scherzo comico (ballo) in 3 atti di Luigi Astolfi, soggetto e coreografia del compositore {ballerine Adele Polin (Isabella), WWW (Adele) e WWW (Marta), ballerini Federico Ghedini (Don Rodrigo), Marino Legittimo (Fernando), Gaetano Prisco (Don Francisco) e Luigi Franzini (Cirillo)} e replica di "Gentile di Fermo", gran ballo in 6 parti di Luigi Astolfi, soggetto e coreografia del compositore {ballerine Raffaella Santalicante Prisco (Bianca), Luigia Milesi, Adele Polin e Elena Grekowska (passo a tre), ballerini Ferdinando Pulini (Arrigo), Federico Ghedini (Malatesta), Giuseppe Bini (Moriale), Luigi Franzini (Lamberto), Marino Legittimo (Guido) e Gaetano Prisco (Gentile) e Gustavo Carrey (passo a tre)}, dirige Gaetano Marangoni (1° violino)
> 6 Settembre 1847, Lunedì
prime rappresentazioni nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Orazi e Curiazi", tragedia lirica in 3 atti e 23 scene di Saverio Mercadante, libretto di Salvatore Cammarano, dirige Gaetano Mares (1° violino), sostituto Gaetano Fiorio, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, violino di spalla Luigi Balestra, scenografia di Giuseppe Bertoja {soprani Annetta De La Grange (Camilla) e Marietta De Rosa Zambelli (Sabina), tenori Raffaele Mirate Consoli (Curiazo) e Angelo Zuliani (Gran Sacerdote), baritoni Achille De Bassini (Orazio) e Andrea Bellini (fratello d'Orazio), bassi Giuseppe Lodi (vecchio Orazio) e Giovanni Rizzi (fratello di Curiazio)} e di "Il diavolo a quattro ossia La villanella gran dama", gran ballo in 4 atti di Giovanni Casati, soggetto e coreografia del compositore, revisione e regia di Luigi Bretin, dirige Giovanni Felis (1° violino) {ballerine Adelaide Muneghini Rossi (contessa), Flora Fabbri Bretin (Mazourka), Celestina Thierry (Yvelva), Filomena Panizza (genio) e Amalia Pennato (passo a tre), ballerini Luigi Bretin (conte Polinski), Antonio Caprotti (Mazourki), Ettore Baracani (Yvan), Giuseppe Bini (vecchio), Antonio Cecchetti (maestro di ballo) e Bortolo Zanni (maggiordomo)}
> 30 Settembre 1847, Giovedì
repliche nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Orazi e Curiazi", tragedia lirica in 3 atti e 23 scene di Saverio Mercadante, libretto di Salvatore Cammarano, dirige Gaetano Mares (1° violino), sostituto Gaetano Fiorio, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, violino di spalla Luigi Balestra, scenografia di Giuseppe Bertoja {soprani Annetta De La Grange (Camilla) e Marietta De Rosa Zambelli (Sabina), tenori Raffaele Mirate Consoli (Curiazo) e Angelo Zuliani (Gran Sacerdote), baritoni Achille De Bassini (Orazio) e Andrea Bellini (fratello d'Orazio), bassi Giuseppe Lodi (vecchio Orazio) e Giovanni Rizzi (fratello di Curiazio)} e di "La figlia dei fiori", ballo romantico in 3 atti di Luigi Bretin, soggetto e coreografia del compositore, dirige Gaetano Marangoni (1° violino) {ballerine Adelaide Muneghini Rossi (Estella), Flora Fabbri Bretin (Idalia) e Celestina Thierry (fata), ballerini Luigi Bretin (Enrico), Antonio Caprotti (Diego), Giuseppe Bini (duca d'Asturia) e Ettore Baracani (passo a tre)}
> 26 Dicembre 1847, Domenica
prime rappresentazioni nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Macbeth", melodramma (1° versione) in 4 parti (atti), 8 quadri, 22 numeri e 40 scene di Giuseppe Verdi, libretto di Francesco Maria Piave, aggiunte di Andrea Maffei (da William Shakespeare, traduzione di Carlo Rusconi), dirige Gaetano Mares (1° violino), sostituto Gaetano Fiorio, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, violino di spalla Luigi Balestra, scenografia di Giuseppe Bertoja {soprani lirico-drammatico Annetta De La Grange (Lady Macbeth) e Marietta De Rosa Zambelli (dama), tenori eroico Antonio Palma (Macduff) e lirico Angelo Zuliani (Malcolm), baritono eroico Felice Varesi (Macbeth), bassi serio Fulvio Rigo (Banquo), Eugenio Monzani (medico), Andrea Bellini (domestico) e Giuseppe Tona (sicario/araldo), mimi (Duncano e Fleanzio)} e di "I filibustieri", ballo serio (azione mimica romantica) in 3 atti (1.danza di isolane e filibustieri, 2.ballabile di dame e cavalieri, 3.passo a due {ballerina Teresa Bellini Lengementel, ballerino Giuseppe Lorenzone}) di Giovanni Galzerani, soggetto e coreografia del compositore, dirige Giovanni Felis (1° violino) {ballerine Paolina Cagnolis (Donna Isabella) e Enrichetta Caprotti (Rodrigo), ballerini Antonio Caprotti (Don Fernando), Giacomo Rossi (Don Alvaro), Marino Legittimo (Guelfort) e Giuseppe Bini (Diego)}
> 2 Gennaio 1848, Domenica
première nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Giovanna Maillotte ovvero Il trionfo del bel sesso", gran ballo in 5 atti (1.l'incostanza, 2.lo stratagemma, 3.gli elementi, 4.l'aldeana, 5.gli elementi) di Giovanni Galzerani, soggetto e coreografia del compositore, dirige Giovanni Felis (1° violino) {ballerina Fanny Cerrito (Giovanna), ballerini Giacomo Rossi (Alessandro Farnese), Antonio Caprotti (conte Haubordin), Marino Legittimo (Ernesto), Giuseppe Bini (Giacomo Maillotte), Arthur Saint-Léon (Gontiero), Antonio Cecchetti (Van-Prud) e Carlo Fiorese (preposto)} e replica di "Macbeth", melodramma (1° versione) in 4 parti (atti), 8 quadri, 22 numeri e 40 scene di Giuseppe Verdi, libretto di Francesco Maria Piave, aggiunte di Andrea Maffei (da William Shakespeare, traduzione di Carlo Rusconi), dirige Gaetano Mares (1° violino), sostituto Gaetano Fiorio, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, violino di spalla Luigi Balestra, scenografia di Giuseppe Bertoja {soprani lirico-drammatico Annetta De La Grange (Lady Macbeth) e Marietta De Rosa Zambelli (dama), tenori eroico Antonio Palma (Macduff) e lirico Angelo Zuliani (Malcolm), baritono eroico Felice Varesi (Macbeth), bassi serio Fulvio Rigo (Banquo), Eugenio Monzani (medico), Andrea Bellini (domestico) e Giuseppe Tona (sicario/araldo), mimi (Duncano e Fleanzio)}
> 15 Gennaio 1848, Sabato
première nel Teatro alla Fenice di Venezia di "La vivandiera ed il postiglione", ballo in 5 atti in 1 atto e 3 quadri di Giovanni Galzerani, soggetto e coreografia del compositore, dirige Giovanni Felis (1° violino) {ballerina Fanny Cerrito (Caterina), ballerini Arthur Saint-Léon (Antonio), Luigi Franzini (Lorenzo), Antonio Caprotti (Giacomo), Antonio Cecchetti (sindaco), Marino Legittimo (polacco), Giuseppe Bini (viaggiatore) e Gaetano Todeschi (cacciatore)} e replica di "Macbeth", melodramma (1° versione) in 4 parti (atti), 8 quadri e 40 scene di Giuseppe Verdi, libretto di Francesco Maria Piave (da William Shakespeare), dirige Gaetano Mares (1° violino), sostituto Gaetano Fiorio, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, violino di spalla Luigi Balestra, scenografia di Giuseppe Bertoja {soprani lirico-drammatico Annetta De La Grange (Lady Macbeth) e Marietta De Rosa Zambelli (dama), tenori Antonio Palma (Macduff) e Angelo Zuliani (Malcolm), baritono Felice Varesi (Macbeth), bassi Fulvio Rigo (Banquo), Eugenio Monzani (medico), Andrea Bellini (domestico) e Giuseppe Tona (sicario/araldo), mimi (Duncano e Fleanzio)}
> 16 Gennaio 1850, Mercoledì
prima rappresentazione nel Teatro alla Fenice di Venezia di "I martiri o Il Poliuto" ("Poliuto", "Les martyrs"), opera seria (tragedia lirica, 2° versione) in 3 atti e 19 scene di Gaetano Donizetti, libretto di Adolphe Nourrit e Salvatore Cammarano (da Pierre Corneille: "Polyeucte martyr"), traduzione francese e revisione ritmica di Eugène Scribe, ritraduzione italiana di Callisto Bassi, dirige Gaetano Mares, sostituto Gaetano Fiorio, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, 1° violino Luigi Balestra, regia di Francesco Maria Piave, scenografia di Giuseppe Bertoja {soprano Adelaide Cortesi-Grippa (Paolina), tenori Raffaele Mirate Consoli (Poliuto) e Angelo Zuliani (Nearco), baritono Luigi Valli (Severo), bassi Andrea Bellini (Felice), Giovanni Battista Cornago (Callistene) e Francesco Andriutto (cristiano)} e replica di "Erta ossia la regina delle Elfridi", ballo in 3 atti di Giacomo Panizza e Giovanni Bajetti, soggetto e coreografia di Domenico Ronzani {ballerine Augusta Maywood (fata Erta), Isabella Fleur (Minna), Angiolina Morlacchi (Prono/Margherita) e Edwige Rossi (Catterina), ballerini Pasquale Borri (Alessio), Francesco Magri (Alberto) e Giuseppe Palazzesi (Girardo)}
> 19 Gennaio 1850, Sabato
ripresa nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Esmeralda" ("La Esmeralda"), gran ballo romantico in 3 atti e 5 scene (atti) di Cesare Pugni, soggetto e coreografia di Jules Perrot (da Victor Hugo: "Notre Dame de Paris"), revisione e regia di Domenico Ronzani {ballerine Augusta Maywood (Esmeralda), Edvige Rossi (Fiordaliso), Angiolina Morlacchi (Aloisa), Adele Quinziato (Elide), Ester Bertani (Diana), Luigia Faccioli Croci (Emilia) e Isabella Fleur (Berangere), ballerini Giuseppe Rota (Febo), Domenico Ronzani (Claudio Frollo), Pasquale Borri (Pietro), Francesco Magri (Quasimodo) e Antonio Cecchetti (Clopin)}, col pas de deux (troindaise) "Diana e Atteone" {ballerina Augusta Maywood (Diana), ballerino Pasquale Borri (Atteone)} e replica di "I martiri o Il Poliuto" ("Poliuto", "Les martyrs"), opera seria (tragedia lirica, 2° versione) in 3 atti e 19 scene di Gaetano Donizetti, libretto di Adolphe Nourrit e Salvatore Cammarano (da Pierre Corneille: "Polyeucte martyr"), traduzione francese e revisione ritmica di Eugène Scribe, ritraduzione italiana di Callisto Bassi, dirige Gaetano Mares, sostituto Gaetano Fiorio, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, 1° violino Luigi Balestra, regia di Francesco Maria Piave, scenografia di Giuseppe Bertoja {soprano Adelaide Cortesi-Grippa (Paolina), tenori Raffaele Mirate Consoli (Poliuto) e Angelo Zuliani (Nearco), baritono Luigi Valli (Severo), bassi Andrea Bellini (Felice), Giovanni Battista Cornago (Callistene) e Francesco Andriutto (cristiano)}
> 9 Febbraio 1850, Sabato
repliche nel Teatro alla Fenice di Venezia di "I masnadieri", melodramma tragico in 4 parti (atti), 9 quadri e 27 scene di Giuseppe Verdi, libretto di Andrea Maffei (da Friedrich Schiller: "Die Räuber"), dirige Gaetano Mares, sostituto Gaetano Fiorio, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, 1° violino Luigi Balestra, regia di Francesco Maria Piave, scenografia di Giuseppe Bertoja {soprano Eufrosina Marcolini (Amalia), tenori Raffaele Mirate Consoli (Carlo) e Angelo Zuliani (Arminio), baritoni Paolo Damin (Francesco) e Andrea Bellini (Rolla), bassi Giovanni Battista Cornago (Massimiliano Moor) e Martinenghi Rossi (Moser)} e di "Esmeralda" ("La Esmeralda"), gran ballo romantico in 3 atti e 5 scene (atti) di Cesare Pugni, soggetto e coreografia di Jules Perrot (da Victor Hugo: "Notre Dame de Paris"), revisione e regia di Domenico Ronzani {ballerine Augusta Maywood (Esmeralda), Edvige Rossi (Fiordaliso), Angiolina Morlacchi (Aloisa), Adele Quinziato (Elide), Ester Bertani (Diana), Luigia Faccioli Croci (Emilia) e Isabella Fleur (Berangere), ballerini Giuseppe Rota (Febo), Domenico Ronzani (Claudio Frollo), Luigi Tuzza (Pietro), Francesco Magri (Quasimodo) e Antonio Cecchetti (Clopin)}, col pas de deux (troindaise) "Diana e Atteone" {ballerina Augusta Maywood (Diana), ballerino Pasquale Borri (Atteone)}
> 16 Febbraio 1850, Sabato
première nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Elisabetta di Valois", tragedia lirica in 3 atti e 25 scene di Antonio Buzzolla, libretto di Francesco Maria Piave, dirige il compositore, sostituto Gaetano Fiorio, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, 1° violino Luigi Balestra, regia di Francesco Maria Piave, scenografia di Giuseppe Bertoja {soprani Adelaide Cortesi-Grippa (Elisabetta) e Marietta De Rosa Zambelli (principessa Eboli), tenori Raffaele Mirate Consoli (Don Carlo) e Angelo Zuliani (Don Rodrigo), baritono Andrea Bellini (conte di Lerme), bassi Luigi Valli (Filippo II) e Francesco Andriutto (Domingo)} e replica di "Esmeralda" ("La Esmeralda"), gran ballo romantico in 3 atti e 5 scene (atti) di Cesare Pugni, soggetto e coreografia di Jules Perrot (da Victor Hugo: "Notre Dame de Paris"), revisione e regia di Domenico Ronzani {ballerine Augusta Maywood (Esmeralda), Edvige Rossi (Fiordaliso), Angiolina Morlacchi (Aloisa), Adele Quinziato (Elide), Ester Bertani (Diana), Luigia Faccioli Croci (Emilia) e Isabella Fleur (Berangere), ballerini Giuseppe Rota (Febo), Domenico Ronzani (Claudio Frollo), Luigi Tuzza (Pietro), Francesco Magri (Quasimodo) e Antonio Cecchetti (Clopin)}, col pas de deux (troindaise) "Diana e Atteone" {ballerina Augusta Maywood (Diana), ballerino Pasquale Borri (Atteone)}
> 2 Marzo 1850, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Zelia ossia Il velo magico", ballo in 3 atti di Domenico Ronzani, soggetto e coreografia del compositore {ballerine Edwige Rossi (Caterina), Augusta Maywood (Zelia), Teresa Depuis (regina delle fate) e Ester Bertani (passo a tre), ballerini Giuseppe Rota (Uberto), Pasquale Borri (Tebaldo) e Francesco Magri (Ubaldo)} e replica di "Elisabetta di Valois", tragedia lirica in 3 atti e 25 scene di Antonio Buzzolla, libretto di Francesco Maria Piave, dirige il compositore, sostituto Gaetano Fiorio, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, 1° violino Luigi Balestra, regia di Francesco Maria Piave, scenografia di Giuseppe Bertoja {soprani Adelaide Cortesi-Grippa (Elisabetta) e Marietta De Rosa Zambelli (principessa Eboli), tenori Raffaele Mirate Consoli (Don Carlo) e Angelo Zuliani (Don Rodrigo), baritono Andrea Bellini (conte di Lerme), bassi Luigi Valli (Filippo II) e Francesco Andriutto (Domingo)}
> 11 Gennaio 1851, Sabato
ripresa nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Allan Cameron", opera seria (2° versione) in 4 atti e 26 scene di Giovanni Pacini, libretto di Francesco Maria Piave, dirige Gaetano Mares, sostituto Gaetano Fiorio, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, 1° violino Luigi Balestra, scenografia di Giuseppe Bertoja {soprani Teresa Brambilla (Editta) e Maria Luigia Morselli (Malvina), tenori Raffaele Mirate Consoli (Carlo II) e Angelo Zuliani (Evano), baritono Felice Varesi (Allan Cameron), bassi Andrea Bellini (Gionata) e (Rob)} e replica di "Caterina o la figlia del bandito", ballo in 5 atti di Giovanni Bajetti, soggetto e coreografia di Domenico Ronzani {ballerine Augusta Maywood (Caterina), Angiolina Morlacchi (Florida), Teresa Gambardella e Rachele & Amalia Schiano (baccanale), ballerini Pasquale Borri (Diavolino), Vincenzo Schiano (Salvator Rosa), Carlo Conti (duca Colle Albano), Giuseppe Bini (uffiziale/giudice) e Luigi Franzini (paggio/Filippuccio)}
> 18 Gennaio 1851, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Gisella", ballo in 2 quadri di Giovanni Bajetti, soggetto, regia e coreografia di Domenico Ronzani {ballerine Augusta Maywood (Gisella), Colomba Regini (Berta), Angiolina Morlacchi (Batilde), Teresa Gambardella (Mirta), Rachele & Amalia Schiano e Luigia Casaloni (passo a tre), ballerini Giovanni Rando (principe di Servia), Pasquale Borri (Alberto), Carlo Conti (Wilfrido) e Vincenzo Schiano (Ilarione)} e replica di "Allan Cameron", opera seria (2° versione) in 4 atti e 26 scene di Giovanni Pacini, libretto di Francesco Maria Piave, dirige Gaetano Mares, sostituto Gaetano Fiorio, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, 1° violino Luigi Balestra, scenografia di Giuseppe Bertoja {soprani Teresa Brambilla (Editta) e Maria Luigia Morselli (Malvina), tenori Raffaele Mirate Consoli (Carlo II) e Angelo Zuliani (Evano), baritono Felice Varesi (Allan Cameron), bassi Andrea Bellini (Gionata) e (Rob)}
> 1 Febbraio 1851, Sabato
ripresa nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Lucia di Lammermoor", melodramma tragico in 3 atti (parte 1° "La partenza": 1 atto, parte 2° "Il contratto nuziale": 2 atti) e 7 scene di Gaetano Donizetti, libretto di Salvatore Cammarano (da Walter Scott: "The Bride of Lammermoor", da Giuseppe Balocchi "Le nozze di Lammermoor", da Callisto Bassi & da Pietro Beltrame: "La fidanzata di Lammermoor" e da Victor-Henry-Joseph-Brahain Ducange), dirige Gaetano Mares, sostituto Gaetano Fiorio, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, 1° violino Luigi Balestra, scenografia di Giuseppe Bertoja {soprani drammatico coloratura Teresa Brambilla (Lucia) e Maria Luigia Morselli (Alisa), tenori lirico-eroico Angelo Zuliani (Arturo Buklaw), lirico Raffaele Mirate Consoli (Edgardo) e lirico Francesco De Kunert (Normanno), baritono lirico Felice Varesi (Enrico Ashton), basso serio Andrea Bellini (Raimondo)} e replica di "Gisella", ballo in 2 quadri di Giovanni Bajetti, soggetto, regia e coreografia di Domenico Ronzani {ballerine Augusta Maywood (Gisella), Colomba Regini (Berta), Angiolina Morlacchi (Batilde), Teresa Gambardella (Mirta), Rachele & Amalia Schiano e Luigia Casaloni (passo a tre), ballerini Giovanni Rando (principe di Servia), Pasquale Borri (Alberto), Carlo Conti (Wilfrido) e Vincenzo Schiano (Ilarione)}
> 4 Febbraio 1851, Martedì
repliche nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Allan Cameron", opera seria (2° versione) in 4 atti e 26 scene di Giovanni Pacini, libretto di Francesco Maria Piave, dirige Gaetano Mares, sostituto Gaetano Fiorio, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, 1° violino Luigi Balestra, scenografia di Giuseppe Bertoja {soprani Teresa Brambilla (Editta) e Maria Luigia Morselli (Malvina), tenori Pietro Samat (Carlo II) e Angelo Zuliani (Evano), baritono Felice Varesi (Allan Cameron), bassi Andrea Bellini (Gionata) e (Rob)} e di "Gisella", ballo in 2 quadri di Giovanni Bajetti, soggetto, regia e coreografia di Domenico Ronzani {ballerine Augusta Maywood (Gisella), Colomba Regini (Berta), Angiolina Morlacchi (Batilde), Teresa Gambardella (Mirta), Rachele & Amalia Schiano e Luigia Casaloni (passo a tre), ballerini Giovanni Rando (principe di Servia), Pasquale Borri (Alberto), Carlo Conti (Wilfrido) e Vincenzo Schiano (Ilarione)}
> 6 Febbraio 1851, Giovedì
prima rappresentazione nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Danze 1", ballo in 4 parti (1.allemanda, 2.passo ungherese, 3.polka villereccia, 4.passo dei fiori) di Giuseppina Weiss, soggetto e coreografia della compositrice e replica di "Lucia di Lammermoor", melodramma tragico in 3 atti (parte 1° "La partenza": 1 atto, parte 2° "Il contratto nuziale": 2 atti) e 7 scene di Gaetano Donizetti, libretto di Salvatore Cammarano (da Walter Scott: "The Bride of Lammermoor", da Giuseppe Balocchi "Le nozze di Lammermoor", da Callisto Bassi & da Pietro Beltrame: "La fidanzata di Lammermoor" e da Victor-Henry-Joseph-Brahain Ducange), dirige Gaetano Mares, sostituto Gaetano Fiorio, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, 1° violino Luigi Balestra, scenografia di Giuseppe Bertoja {soprani drammatico coloratura Teresa Brambilla (Lucia) e Maria Luigia Morselli (Alisa), tenori lirico-eroico Angelo Zuliani (Arturo Buklaw), lirico Raffaele Mirate Consoli (Edgardo) e lirico Francesco De Kunert (Normanno), baritono lirico Felice Varesi (Enrico Ashton), basso serio Andrea Bellini (Raimondo)}

Vai alla pagina: 1 | 2 | 3 |


© Amadeusonline
Pubblicazione periodica telematica registrata presso
il Tribunale di Milano il 9/5/2005 con il n.352

Redazione: via Alberto Mario 20 - 20149 Milano
Tel. 02.4816353 - Fax 02.4818968
Mail: news@amadeusonline.net
Direttore responsabile: Riccardo Santangelo

Proprietario ed editore: Paragon s.r.l.
via Alberto Mario 20 - 20149 Milano
P.iva 06844250156 - Reg. Imp. Milano n. 221450/6030/50
Cap. Soc. 10.400 € i.v.
Provider: Infocom Group s.r.l.

Tutti i marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
© Tutto il materiale pubblicato su amadeusonline.net è di esclusiva proprietà della società Paragon s.r.l. ed è coperto da Copyright internazionale. Ne è consentito l'utilizzo a patto che se ne richieda l'autorizzazione e se ne citi la fonte. È severamente vietato per qualsiasi portale internet, o rivista cartacea, riprodurre qualsivoglia notizia e foto pubblicata da amadeusonline.net. I trasgressori saranno denunciati e ne risponderanno in base alle normative vigenti.

Le immagini presenti sul sito provengono da internet oppure dagli uffici stampa, e si ritengono di libero utilizzo. Se è stata pubblicata un'immagine protetta da copyright, il legittimo proprietario può contattarci scrivendo a news@amadeusonline.net: l'immagine sarà rimossa oppure accompagnata dalla firma dell'autore.

Le Rubriche di AmadeusOnline:
Musica&Terapia

Contemporanea

Prima Fila

Calendario

I CD 5 STELLE DI AMADEUS

Premio Amadeus

Speaker's Corner

Galleria

I Nostri Sponsor: